Poggio al Bosco è un’azienda agricola a conduzione familiare nata nel 1960.

Il nome dell’azienda ha un legame molto stretto con il territorio, POGGIO in toscano significa ‘collina’, e l’azienda è adagiata su una collina contornata da verdi boschi.

La nostra passione quotidiana dà origine ad una gamma di prodotti di primissima qualità: i vini, l’olio extravergine di oliva, lagrappa sono tutti prodotti davvero eccellenti oltreché assolutamente genuini.

La tradizione vinicola si tramanda di generazione in generazione, e dopo secoli di lavoro in mezzadria nel 1960 appunto, i nonni degli attuali proprietari acquistarono i terreni di questa azienda e ne diventarono i coltivatori diretti, potendo finalmente disporre completamente e pienamente di un terreno.

Iniziarono in quegli anni l’impianto dei primi vigneti dell’azienda, curando meticolosamente fin da allora ogni singola pianta e dando origine con la passione di ogni singolo gesto un prodotto di qualità.

L’azienda, recentemente ampliata grazie all’impianto di nuovi vigneti, si trova nel cuore del Chianti, tra Firenze e Siena.

La natura del terreno e l’ottima esposizione uniti alla passione di Lorisse dedicata alla coltura delle viti e al sistema di vinificazione, sono le caratteristiche che quest’azienda possiede per ottenere una produzione di qualità e tipicità che permettono di mantenere inalterata l’antica tradizione vinicola.

Nel cuore della Toscana, tra Firenze e Siena si estende il territorio del Chianti.

La sola parola basta ad evocare paesaggi suggestivi fatti di dolci colline e valli ricoperte di uliveti e vigneti, punteggiate da alti cipressi, da case coloniche e borghi medievali.

Ma il Chianti, si sa, non è un piacere solo per gli occhi, ma anche per il palato: i suoi famosi vini, celebrati in tutto il mondo, sono l’ideale per accompagnare uno dei tanti piatti tipici della regione.

Tutto questo e molto altro fanno del Chianti il luogo ideale: tra natura, storia e tradizioni antiche.

Il territorio del Chianti è tutto da esplorare secondo molteplici direttrici: le strade affiancate da alti cipressi rivelano sorprese dietro ogni curva.

Il vino è la punta di diamante della produzione del Chianti, ma tra i prodotti di spicco c’è anche l’olio e una miriade di prodotti locali.

E che dire poi della storia alle spalle di questa regione? Visitare il Chianti significa anche immettersi sulle tracce dei suoi più antichi abitanti, gli Etruschi, e scoprirne il grande patrimonio artistico conservato nei piccoli musei locali. Oppure ripercorrere la storia più vicina a noi e seguire l’itinerario dei castelli o delle antiche pievi.